Condividi

CONAI si affida a Connexia per il lancio de “I Riciclati”. Protagonisti della campagna Joe Bastianich, Martin Castrogiovanni e Ludmilla Radchenko

CONAI, Consorzio Nazionale Imballaggi, sceglie la creatività made in Connexia per raccontare l’importanza del riciclo e spiegare l’economia circolare a tutti i consumatori. Attraverso oggetti riprodotti in 6 differenti materiali (acciaio, alluminio, carta, legno, plastica, vetro), tre famosi personaggi del mondo della ristorazione, dello sport e dello spettacolo – Joe Bastianich, Martin Castrogiovanni e Ludmilla Radchenko – raccontano la propria storia personale e come hanno saputo «riciclarsi» in un mestiere diverso. Obiettivo della campagna: aumentare la vicinanza di CONAI alle persone, sensibilizzandole e spiegando in modo semplice un concetto ampio e articolato come l’economia circolare.

Il riciclo è un’attività portatrice di valore percepito sempre più diffusa, ma troppo spesso non sostenuta da una piena consapevolezza di come le singole iniziative si riflettono positivamente sull’ambiente. Per questo motivo CONAI ha sentito l’esigenza di spiegare in maniera divertente cos’è l’economia circolare e come si può legare a storie di vita personale. Prendendo spunto dalle vicende di tre personaggi noti, tutti protagonisti di una trasformazione positiva e di successo, il branded content pensato da Connexia vuole idealmente connettere la seconda vita professionale di tre testimonial di eccezione come Joe Bastianich, Martin Castrogiovanni e Ludmilla Radchenko con il ciclo di vita di ogni singolo imballaggio che, una volta differenziato, viene trasformato in qualcosa di nuovo grazie al sistema dell’economia circolare.

Nasce così, sotto la direzione creativa di Adriano Aricò e Anna Vasta, “I Riciclati”, branded content in 4 puntate ideato e prodotto da Connexia in cui Joe Bastianich, Martin Castrogiovanni e Ludmilla Radchenko, dal 26 giugno fino a fine anno, racconteranno, sui canali social di CONAI e sulle properties dei tre VIP, come l’esperienza pregressa sia un elemento essenziale per realizzare la propria trasformazione. I protagonisti della campagna vengono metaforicamente «intervistati» da sei oggetti, tutti ottenuti dal riciclo degli imballaggi di sei materiali diversi.  A conclusione della campagna un video con i tre testimonial come che si passano la parola e spiegano insieme l’intero ciclo di vita dei sei materiali e il funzionamento dell’economia circolare.

Il branded content è una leva di comunicazione sempre più diffusa e apprezzata, che ci ha permesso di utilizzare una narrazione originale per spiegare concetti non sempre immediati e vicini al pubblico, come il riciclo e l’economia circolare. – spiega Massimiliano Trisolino, Managing Partner Strategy & Creativity di ConnexiaAttraverso i video, ideati e prodotti da Connexia Media House, la nostra casa di produzione interna, siamo riusciti ad aumentare la consideration di CONAI e connotarla come portatrice di messaggi positivi. Abbiamo pianificato per l’anno un’attivazione in quattro fasi, per permettere alle persone di avvicinarsi progressivamente a CONAI e ai suoi messaggi, contribuendo alla costruzione di un percorso rilevante, che produca un maggior grado di consapevolezza sociale e motivi ciascuno a fare un gesto concreto per proteggere l’ambiente”.

A spiegare l’essenza dei messaggi presenti nella campagna è uno dei protagonisti, Joe Bastianich: Nella vita riciclare (e sapersi riciclare) è fondamentale. Mai quanto oggi il riciclo è un tema cruciale, che dovremmo tutti considerare più seriamente. La terra, il nostro pianeta, non ha risorse infinite, ed è ora che iniziamo a rispettarle sul serio, partendo dai gesti più piccoli. Per questo ho deciso di collaborare con CONAI, per veicolare questo importante messaggio. Sarebbe bello se ognuno potesse pensare a cosa poter fare nel proprio quotidiano e … lo facesse, costantemente, ogni giorno. Questa è la cosa davvero difficile”.

I Riciclati | Storie di una seconda vita - Joe Bastianich

I Riciclati | Storie di una seconda vita - Martin Castrogiovanni

I Riciclati | Storie di una seconda vita - Ludmilla Radchenko