Condividi

Connexia finalista al Premio Mario Unnia – Talento & Impresa per i migliori “Allenatori di Talenti”

Connexia tra le prime tre aziende al premio Mario Unnia – Talento & Impresa, nella categoria «Allenatori di Talenti», promosso da BDO Italia e dedicato alle aziende che sanno individuare e valorizzare i talenti all’interno della propria organizzazione. Alla serata di premiazione, svoltasi ieri a Milano nella suggestiva cornice di Palazzo Mezzanotte a Piazza Affari, sono intervenuti alcuni tra i protagonisti più noti dell’industria, della finanza e dell’innovazione del nostro Paese.

Giunto alla sua terza edizione e realizzato in collaborazione con Borsa Italiana, il contributo di BPER Banca, Ersel e Quaeryon, e il supporto di ANDAF e Di.Sea.De, il premio Mario Unnia, dedicato al noto sociologo, politologo, scrittore, economista d’impresa e intellettuale, nasce con l’obiettivo di valorizzare le aziende italiane eccellenti, portatrici di idee innovative e capaci di unire il talento e l’impresa in un connubio vincente.

Paolo D’Ammassa, CEO e Founding Partner di Connexia, ha commentato: Sono tre gli elementi principali del successo di Connexia: un nuovo approccio alla creatività legato ai dati, un nuovo modello organizzativo e soprattutto la valorizzazione di tutti i nostri talenti. Per questo motivo siamo molto felici di essere stati selezionati tra le tre migliori aziende che allenano i talenti.”

Connexia è la prima data driven creativity agency in Italia in grado di unire dati, creatività e tecnologia. Fondata 20 anni fa da Paolo D’Ammassa, fa capo ad Alchimia Spa controllata al 100% da Marina Salamon, e cresce a doppia cifra anno su anno da quattro anni. Per l’esattezza l’agenzia ha chiuso il 2018 con un giro d’affari di 13,8 milioni di euro e un Ebitda superiore al 10%, e per l’anno in corso punta ad arrivare a ricavi a quota 21,5 milioni di euro. Il tutto anche grazie all’apertura della sede di Roma e all’acquisizione del 100% della digital experience agency Ragooo.

Connexia conta un team di 125 persone in costante crescita e applica un modello che favorisce la collaborazione tra diverse competenze rispondendo in maniera efficace e integrata alla complessità del settore in cui opera. E consentendo una valorizzazione costante delle capacità interne ed esperienze interdisciplinari a tutti i collaboratori.

I talenti sono uno dei beni più preziosi della nostra azienda – dichiara Paolo D’Ammassa Per questa ragione promuoviamo la cultura della collaborazione, in un ambiente di lavoro stimolante, in grado di favorire creatività, confronto costante e benessere.

Le persone sono il «cuore» di Connexia e il motore del nostro successo. Negli ultimi anni stiamo vivendo una grande crescita. Per sostenerla al meglio ci siamo dotati delle migliori competenze: da data scientist, creativi, business strategist, tech architect, a innovation consultant, tutte professionalità che collaborano insieme per realizzare i progetti migliori. Abbiamo investito e investiamo tantissimo nel nostro patrimonio umano, cercando di intercettare nuovi talenti, motivandoli e coinvolgendoli. Abbiamo inoltre lanciato un talent program dedicato agli under 30.