Condividi

Connexia vara il nuovo assetto societario

Connexia, prima data driven creativity agency in Italia, in grado di unire dati, creatività e tecnologia, vara il nuovo assetto societario, con l’ingresso del Chief Strategy Officer Massimiliano Trisolino nella compagine degli azionisti.

Fautore della nomina: l’azionista di maggioranza Marina Salamon, imprenditrice di lungo corso, premio Bellisario, attiva in diversi ambiti industriali e dei servizi attraverso la holding di partecipazioni Alchimia S.p.A.

Entrata esattamente 10 anni fa nel capitale della società fondata dall’amministratore delegato Paolo D’Ammassa, Salamon è una grande conoscitrice dei mercati digital, marketing e comunicazione. Al punto da avervi scommesso in largo anticipo rispetto ai trend di mercato. Con successo. Oggi Connexia, insignita del Premio Innovazione Digitale conferito nell’ambito degli NC Digital Awards 2018, è una realtà unica nel panorama italiano. Anche grazie alla partnership esclusiva con Doxa, sinonimo di ricerche di mercato in Italia.

“Chiuderemo il 2018 con un fatturato di oltre 13 milioni di euro e un Ebitda superiore al 10% – interviene il numero uno Paolo D’Ammassa, CEO ed egli stesso azionista di Connexia. E precisa: “Cresciamo a doppia cifra anno su anno e contiamo su un team di 110 professionisti, di cui 25 arruolati nel solo anno in corso.

LARGO AI TALENTI – Questione di modello di business. Appunto. Con i dati e le ricerche di mercato firmate da Doxa al centro dell’approccio targato Connexia. Ma anche di attenzione alle risorse umane. Perché per Marina Salamon avranno futuro solo le aziende che sapranno costruire valore nel tempo. E non solo risultati economici di breve periodo, a favore di coloro che le guidano: “Sono fermamente convinta che solo le società in cui «la gente sta bene» potranno vivere a lungo, perché solo esse sapranno sperimentare autentica innovazione di prodotto e di processo coinvolgendo tutti coloro che in esse operano – specifica l’imprenditrice lombardo-veneta, numero uno di Doxa, azionista e consigliere di Banca Ifis, vicepresidente di Illycaffè e consigliere di Morellato S.p.A.

Come dire: i talenti vanno premiati. Sempre. Ancora Salamon: “Voglio ringraziare Massimiliano per il cammino fatto insieme fino ad ora. Sono certa che avremo ancora innumerevoli sfide da vincere insieme. E un grazie speciale anche a Paolo D’Ammassa e naturalmente all’intero team Connexia. Non potrei fare nulla se i singoli capi-azienda o, ancora, i management team delle società che fanno capo ad Alchimia non condividessero la stessa etica e gli stessi valori. Dico i capi, ma penso a tutti gli stakeholders. Non ho mai amato e non uso il termine «dipendenti»”.

UN PROFILO A TUTTO DIGITAL — Da più di 15 anni attivo nell’ambito della comunicazione e della creatività, Massimiliano Trisolino ha un forte orientamento digital. Nei primi anni del 2000 ha fondato una agenzia digitale proprio con l’ambizione di portare la cultura e le potenzialità della comunicazione online nelle PMI italiane e nel tessuto istituzionale. Negli ultimi 10 anni ha guidato prima la crescita della social creative agency Ambito5, divenuta poi social media agency del network Saatchi & Saatchi, per poi entrare, nel 2015, nell’executive team di Connexia con il ruolo di Chief Strategy Officer e, dunque, con responsabilità su strategia, creatività, data analysis e media.

Trisolino è docente di digital & communication strategy in Accademia della Comunicazione, IED – Istituto Europeo di Design e al Sole24Ore Business School. “Ringrazio Marina e Paolo per avermi voluto al loro fianco – commenta Massimiliano Trisolino, CSO di ConnexiaCon Connexia stiamo disegnando un nuovo modello d’agenzia che favorisce la collaborazione tra le diverse competenze e risponde in maniera efficiente ed efficace alla complessità dei mercati odierni. Chi ci sceglie lo fa per il nostro profilo unico e distintivo”.