Condividi

Mobility 4.0: Doxa & Connexia raccontano la mobilità degli Italiani digitali

Cosa è la mobilità oggi e cosa ci si aspetta che diventi nel prossimo futuro?

Interrogativi di straordinaria attualità, incentrati sul ruolo-chiave che gioca e/o – presto – giocherà l’Automotive 4.0 all’interno del panorama della mobility nazionale, temi che stanno a cuore a chiunque occupi un ruolo attivo nella filiera e ai quali hanno risposto insieme Doxa e Connexia, offrendo una serie di proposte interpretative e individuando 7 trends verso i quali il mercato e l’utenza si stanno rapidamente orientando.

Doxa, azienda leader per le ricerche e le analisi di mercato, e Connexia, data driven creativity agency, anime diverse eppure complementari del Gruppo Doxa, hanno condotto un’analisi articolata della trasformazione digitale in corso, dell’evoluzione di comportamenti e abitudini, del profondo rinnovamento del mercato italiano dell’Automotive, indagando le modalità con le quali auto, moto e mezzi di trasporto in genere vanno a inserirsi in un contesto in rapido mutamento e con sviluppi imprevisti.

Il confronto a tutto tondo non ha trascurato i tanti temi caldi che ruotano introno alla mobilità: il “percepito” rispetto alle vetture diesel, l’orientamento verso soluzioni ibride ed elettriche, i concetti di “utilizzo” vs “possesso” del mezzo, il ruolo degli strumenti finanziari, la guida autonoma, solo per citarne alcuni.

L’esperienza e le competenze digitali di Doxa e Connexia, la capacità di interpretare dati e contesti, la flessibilità e l’intuito nell’intercettare la direzione del cambiamento che le aziende sono inevitabilmente chiamate ad affrontare per restare con successo sul mercato. Un bagaglio di abilità al servizio dell’Automotive.

“Siamo portatori di un approccio nuovo ai temi dell’Automotive – commenta Barbara Galli, Mobility BU Director di DoxaConsideriamo significativo analizzarli e pensarli come un segmento di assoluta rilevanza, parte della mobilità, all’interno di un mondo connesso, da esplorare e comprendere anche grazie al digitale, per come si presenta, agisce ed è interagito, in primis nel web. Un metodo di indagine, il nostro, in cui la ricerca incontra il marketing e le vendite, per favorire l’engagement, anticipare e comprendere gli elementi di discontinuità, e individuare gli insight rilevanti”.

“Monitorare e analizzare il conversato, mappare lo scenario e le iniziative di comunicazione dei vari brand e, più in generale, analizzare il dato, rappresenta la base di partenza per progettare strategie efficaci e una creatività veramente data driven – dichiara Paolo D’Ammassa, CEO di ConnexiaRispetto all’evoluzione del mercato Automotive, per poter lavorare con concretezza e visione alla definizione dei piani di comunicazione e strategie digital e social media, abbiamo individuato alcune tendenze che pensiamo segneranno mercato, abitudini di consumo e comportamenti, sulle quali sappiamo lavorare e intervenire: massima attenzione alla personalizzazione e all’unicità dell’esperienza offerta (AR&VR); interfacce conversazionali evolute, che introducono il linguaggio naturale; semplificazione dei processi di analisi dei dati funzionali alle azioni di marketing, grazie all’intelligenza artificiale, con relativo incremento importante dell’automazione; contenuti video & live streaming sempre più attrattivi; engagement sempre e comunque; coinvolgimento attivo degli influencer. Tutti elementi di un puzzle complesso, tante facce diverse a rappresentare il mercato Automotive oggi, tutte <<chiavi>> per costruire e orientare efficacemente creatività e comunicazione attraverso l’analisi del dato”.