Condividi

#AccendiunaLuce Fondazione Progetto Arca squarcia il buio di mille solitudini. Suggestion di Elior Ristorazione. Firma Connexia.

La Christmas Novel 2018 è una storia speciale. Una storia che parte da lontano. Una storia in cui si incrociano tante storie, e tante vite. Le vite delle persone che vivono nell’emarginazione e nell’indigenza, vite sospese in un black-out sociale, una condizione di buio che non permette di agire e di reagire.

Fondazione Progetto Arca opera da 25 anni al fianco delle persone più fragili ed emarginate, offrendo loro la sicurezza di un rifugio, il calore di un pasto, ascolto e cure mediche.

Senza dimora, famiglie in emergenza economica e abitativa, persone con dipendenze e richiedenti asilo in cerca di una seconda possibilità di vita. Progetto Arca si rivolge a tutti loro, senza distinzione, perché possano riaccendere la propria luce e costruire futuro di autonomia e di integrazione sociale.

La storia di Progetto Arca si incrocia quasi per caso, esattamente un anno fa, con quella dell’agenzia creativa Connexia che, nel Natale 2017, in occasione del tradizionale scambio di Auguri, decide di dare vita all’iniziativa XMasPitch, invertendo le regole del gioco e invitando i propri clienti a partecipare a un “pitch natalizio”, in cui proporre un mini-brief “sociale”, riferito a un ente benefico o a una onlus che in qualche modo stesse loro a cuore. Una giuria interna all’agenzia vaglia le tante candidature pervenute. La scelta finale ricade sulla proposta di Elior Ristorazione, azienda leader della ristorazione collettiva e dei servizi di catering, da sempre attenta ai temi della sostenibilità e della lotta agli sprechi. E così il claim “Il gusto per una sostenibilità reale, concreta e condivisa” di Elior apre alle connessioni sul terreno comune dell’impegno e Progetto Arca si aggiudica la campagna creativa digital pro bono firmata Connexia.

Nasce dunque da questo rincorrersi di tante storie uniche e diverse #AccendiunaLuce, la campagna digital di fundraising che l’agenzia di consulenza di marketing e comunicazione Connexia ha ideato per Progetto Arca, per sensibilizzare e coinvolgere le persone affinché a Natale scelgano di compiere un gesto di solidarietà e riaccendere la luce della speranza a chi oggi non vede una via d’uscita.

Sei settimane di pianificazione online, a partire dal 22 novembre, per una campagna multi-soggetto che racconta le vite sospese nel buio della solitudine e dell’emarginazione. Connexia dà voce a chi voce non ha, sostenendo Progetto Arca nell’ascolto, nella protezione e nel sostegno degli ultimi.

 La campagna #AccendiunaLuce è interamente giocata sul dualismo tra luce e oscurità. Da ciascuno dei soggetti creativi ideati da Connexia si atterra su una landing page dedicata, divisa in tre sezioni, con una prima fascia di comunicazione riservata al concept «AccendiunaLuce», una seconda fascia che svela, illuminandoli in maniera progressiva, i visi e le storie dei 15 homeless che hanno accettato di dare un volto al disagio e alla solitudine, una terza fascia in cui viene presentata la mission di Fondazione Progetto Arca e spiegate le finalità del progetto.

Noi di Elior siamo impegnati nella sensibilizzazione verso un uso più razionale delle risorse, riducendo gli sprechi per lasciare al pianeta un impatto nutrizionale positivo. – dichiara Rosario Ambrosino, Amministratore Delegato di Elior Da anni il nostro Gruppo lavora sul tema delle eccedenze alimentari con diverse iniziative: la rotazione degli stock e la distribuzione al no-profit di prodotti vicini alla scadenza sono, ad esempio, pratiche che il Gruppo segue per non sprecare. Sosteniamo anche il Progetto Arca Onlus attraverso la distribuzione di cibi e bevande. Siamo quindi lieti di essere promotori di questa iniziativa, che è un’ulteriore occasione per sostenere l’associazione in maniera concreta”.

“Se vogliamo avere un impatto positivo sulla società e sull’ambiente in cui viviamo, se vogliamo rivestire un ruolo significativo, essere davvero rilevanti, oggi siamo tutti chiamati a impegnarci, come individui e come società private, mettendo a disposizione la nostra sensibilità e professionalità – dichiara Paolo D’Ammassa, CEO di ConnexiaL’impegno pro bono di Connexia poteva risolversi in un mero esercizio di stile da parte dei nostri creativi. Invece il nostro team di lavoro è stato conquistato dalla mission di Progetto Arca, affascinato dal lavoro dei suoi volontari, toccato nel profondo dalle storie degli involontari protagonisti del buio. I nostri giovani talenti si sono confrontati con un materiale umano che non si aspettavano. Abbiamo investito su quello che sappiamo fare meglio per aiutare Progetto Arca ad accendere una luce. Ma abbiamo anche imparato tanto”.

 “Ringraziamo Elior e Connexia per l’impegno e la disponibilità – dichiara Alberto Sinigallia, Presidente Fondazione Progetto Arca Insieme a noi, hanno creduto fortemente in questo progetto, donandoci tempo e competenze e mettendo a disposizione la loro sensibilità nell’ascoltare e nel “tradurre” in parole e immagini le nostre storie.

Cuore di questa campagna sono le persone, con la loro straordinaria capacità di resilienza. Quale che sia il loro passato, spesso molto doloroso, tutte esprimono il forte desiderio di poter riaccendere la propria luce per tornare a sperare, a vivere. Il nostro lavoro è credere nelle potenzialità delle persone che incontriamo, sostenendole nel loro nuovo progetto di vita”.