Condividi

Stefano Ardito è Chief Growth Officer di Connexia

Connexia, data driven creativity agency del Gruppo Doxa, si prepara a un ultimo quarter «denso» di novità e iniziative. E – non a caso – annuncia l’ingresso nel team di Stefano Ardito con il ruolo di Chief Growth Officer.

Come CGO, Stefano avrà la responsabilità della crescita dell’agenzia e della Direzione Clienti.

Entrando a far parte del Management Team guidato dal CEO Paolo d’Ammassa, Stefano affiancherà Massimiliano Trisolino, Chief Strategy Officer, e Letizia Giottoli, Chief Operating Officer. Le Direzioni Strategia, Clienti e Operation lavoreranno, quindi, in maniera integrata, a fianco delle due Direzioni Creative dell’agenzia e della Direzione Analytics.

L’ingresso di Stefano coincide con un momento di intenso e gratificante fermento in agenzia, che vive il suo miglior anno di sempre. In crescita verticale, animo creativo, sensibilità digital, core business nei dati e focus sull’innovazione, per Connexia è il momento di consolidare organizzazione e leadership, con l’obiettivo di continuare a mantenere i tassi di crescita a doppia cifra che hanno caratterizzato gli ultimi 4 anni dell’agenzia.

Volto noto del mondo della comunicazione, una pluriennale esperienza in agenzie tradizionali e digital, Stefano Ardito arriva in Connexia dopo aver contribuito negli ultimi due anni, come Managing Director, a costruire e consolidare la digital agency TwentyTwenty, e prima ancora, di Ambito5, poi acquisita da Saatchi & Saatchi Italia, sempre con il ruolo di Managing Director.

“Sono davvero contento che l’arrivo di Stefano coincida con un momento di lavoro così denso e positivo, in cui l’agenzia ha una proposizione significativa, unica e distintiva sul mercato – dichiara Paolo D’Ammassa, CEO di ConnexiaConnexia vanta un modello organizzativo integrato che una professionalità come quella di Stefano, inserita all’interno del Management Team, non può che rafforzare ulteriormente.

Puntiamo a rafforzare il nostro posizionamento di data driven creativity agency e a mantenere i tassi di crescita a doppia cifra degli ultimi 4 anni, valorizzando l’integrazione di dati, strategia, creatività e tecnologia, e promuovendo le nuove Divisioni di Corporate Communication e Media House in primis.

Ci siamo strutturati per fare bene e siamo certi che, anche grazie al contributo di Stefano, potremo fare sempre meglio”.